L’equipaggiamento per l’escursionismo alpino

------

La montagna chiama! Come resisterle :-) Ma per non incappare in brutte sorprese è importante affrontarla con lo spirito e l’attrezzatura giusta. Per prima cosa bisogna scegliere la meta.  Se desiderate fare una piacevolissima passeggiata con la famiglia vi consiglio ad esempio il giro intorno al lago Hintersteiner See che colpisce per il meraviglioso colore turchese delle sue acque. Altrimenti potreste scoprire una variante alpina del famoso Sentiero dell’Aquila. Qui i miei suggerimenti per escursioni e divertimento assicurato.

Anne

Anne Gabl adora andare in giro: in paesi lontani, ma anche in... Sull’autore

Le scarpe per le escursioni:

Tennisschuhe am Berg? Nein! Mit Berschuhen gehen wir ja meistens auch nicht tanzen © Anne Gabl

Scarpe da tennis in montagna? No! Ogni sport vuole la giusta scarpa …oppure andate a ballare con gli scarponi? © Anne Gabl

Mai perdere il giusto contatto con il terreno! Una scarpa da montagna è il giusto presupposto per l’escursionismo sicuro. Scarpe da tennis in montagna? In Tirolo amiamo l’avventura alpina. Ma questo NO! Non si va neanche a ballare con le scarpe da montagna… e le scarpe da vela che ho visto ai piedi di una signora lanciatissima durante una difficile escursione alpina proprio la settimana scorsa? Abbiamo anche i laghi alpini ma queste scarpe vanno portate definitivamente più in bassa quota, come per esempio al lago Achensee…

Per le escursioni che non richiedono esperienza alpina come sentieri facili e forestali bastano sicuramente alte e leggere scarpe outdoor. Quando si sale di quota nelle zone intermedie (percorsi rossi) è utile scegliere una buona scarpa da trekking. Sono sempre leggere ma forniscono una buona stabilità. Per l’alpinismo (percorsi neri) e i tour in alta quota buone scarpe da montagna (adattabili anche con i ramponi) sono indispensabili. Grazie alle loro flessibilità e alte suole di gomma esse garantiscono stabilità anche sulla roccia.

Allroundmodell für leichte Wanderungen

Modello multiuso per escursioni facili © Anne Gabl

Vestiario outdoor

Ve lo dico subito: qui non parlo del giusto accostamento cromatico tra scarpe e giacca a vento ;-).

Negli ultimi anni il settore del vestiario per l’outdoor è cambiato moltissimo. Per il primo strato, quello da portare sulla pelle per intenderci, si nota un gran ritorno ai materiali naturali: come la lana. Questa rinfresca se lavorata molto sottile, se bagnata mantiene comunque il calore e non prende cattivi odori neanche dopo 5 ore di camminata. Sopra la maglia di lana si indossa una giacca in softshell o pile e sopra ancora una giacca outdoor impermeabile (tipo Goretex) – scelti naturalmente nel colore preferito. Vi consiglio inoltre di usare un paio di pantaloni escursionistici di quelli che asciugano rapidamente. I jeans non sono una buona scelta per la montagna. I pantaloncini corti sono da usare solo sui tratti escursionistici facili e non in alta montagna (lo dice anche Peter Habeler e allora vuol dire che è così :-)).

Mettete nel vostro zaino anche:

  1. Cappello
  2. Guanti leggeri
  3. Eventualmente un copricapo contro le insolazioni in alta montagna
  4. Occhiali da sole e crema solare (abbondare nell’uso e non solo portarle con se)
  5. Bottiglia per l‘acqua (per quella alpina che è fantastica)
  6. T-shirt di ricambio (la sensazione di sentirsi completamente asciutti è sempre piacevole)

 

Wanderstöcke entlasten die Knie und schaffen Stabilität © Anne Gabl

Bastoni da trekking sostengono le ginocchia e danno stabilità © Anne Gabl

Bastoni da trekking

I bastoni escursionistici sostengono le ginocchia e danno stabilità. La tendenza all’uso di questi bastoni è quindi positiva in montagna. Un buon investimento sono anche i bastoni telescopici trasformabili a cui poter applicare i piattini per l’uso sulla neve. Essi possono essere usati d’inverno per i tour sciistici e sono molto utili d’estate per attraversare campi di neve.

Lo zaino

Quanto deve essere grande il mio zaino? Deve essere capiente in modo da poter ospitare tutte le cose che servono in montagna (indicate sopra). Vuol anche dire che una gracile ragazza di un metro e sessanta ha bisogno di meno spazio di un „orso“ di un metro e novanta. Particolarmente comodi sono gli zaini regolabili con uno sostegno sul dorso che evita il sudore.  E’ molto pratico inoltre se lo zaino è dotato di tasche esterne per la bottiglia d’acqua che così è sempre disponibile e di tasche nel coperchio per mettere a portata di mano la crema solare. E’ utile se lo zaino è anche dotato di una protezione contro la pioggia altrimenti è consigliabile acquistarla a parte. Se fate uso dei bastoni è consigliabile inoltre scegliere uno zaino che permette di legare questi in mondo semplice per i tratti dove non servono.

Mangiare e bere

L’acqua è sempre l’elemento migliore per togliere la sete.  Portate con voi anche uno o due tavolette di Müsli o frutta secca – ottimi per integrare le energie prima di raggiungere la cima. Se poi avete voglia di una buona Merend presa dallo zaino oppure di un buon piatto tipico tirolese da consumare su una dei numerosissimi rifugi o alpeggi dipenderà dal tipo del vostro percorso e dai propri gusti.

Indicazione: Se avete dei dubbi su quale escursione potete affrontare vi consiglio di partecipare ad una escursione guidata. Queste vengono proposte gratuitamente quasi da tutti gli uffici turistici locali. E per le escursioni alpine potete rivolgervi ad una delle numerose scuole alpine. Anche il nuoto non si impara saltando semplicemente in acqua bensì affidandosi a personale di fiducia e qualificato.

 

Nessun commento